Genitali femminili - MEDIX

Vai ai contenuti

Menu principale:

Genitali femminili

Tecniche Chirurgiche

Labioplastiche

Riduzione delle piccole labbra



Chi si fa operare

La frequente esposizione dei genitali femminili sui massmedia e la continua ricerca nei centri di fitness di un ideale di bellezza che va oltre la conquista di un corpo femminile magro, atletico e senza cellulite, portano il pubblico a valutare  dal punto di vista estetico  anche la forma dei genitali femminili. Le piccole labbra che protrudono oltre le grandi labbra creano disagio sia dal punto di vista estetico che funzionale. Alla base della richiesta di riduzione delle piccole labbra troviamo infatti la convinzione di un miglioramento della prestazione sessuale esponendo di più il clitoride, di un maggiore sex appeal, o l'eliminazione di una fastidiosa irritazione spesso presente in chi indossa indumenti succinti o stretti, o durante la pratica di attività sportiva come andare in bicicletta, o semplicemente per migliorare l'igiene locale.

Casi più frequenti

Queste immagini sono tratte dal sito del dottor Stern (Florida). Si vede bene che il difetto non è solo una maggiore sporgenza delle piccole labbra ma anche una sporgenza asimmetrica sia tra le due piccole labbra, sia tra la parte superiore e quella inferiore. Spesso è presente una colorazione più scura della mucosa proprio sul bordo più esterno. Tutti questi difetti possono essere corretti con l’intervento.

La tecnica

In anestesia locale si infiltra la zona da operare con liquido anestetico: se questa manovra si esegue delicatamente è poco dolorosa e sopportabile.  Si procede in seguito alla eliminazione del tessuto eccedente avendo cura di non ipercorreggere e di eseguire una asportazione che tenga conto dell’asimmetria togliendone quindi dove c’è ne di più e viceversa. Le piccole labbra servono per proteggere l'orifizio vaginale e l'apertura dell'uretra e quindi occorre evitare di eseguire una loro asportazione eccessiva. Al termine dell'intervento si applica una sutura di tipo riassorbibile. L'intervento dura 1 ora circa e la paziente può lasciare subito dopo l'ambulatorio del chirurgo con una medicazione appropriata tipo assorbente esterno.
Talvolta può essere esteticamente utile associare altre metodiche di abbellimento come il lipofilling per aumentare il volume delle grandi labbra o del pube, oppure, in un secondo tempo, infiltrare le piccole labbra con un filler per dare loro maggiore consistenza.


Dopo l'intervento e risultati

Un gonfiore che varia da discreto a importante è sempre presente e dura da 10 a 20 giorni. Una modesta secrezione postoperatoria compare invece solo per 3-4 giorni. E' tuttavia possibile e anche consigliabile, il giorno successivo, fare la doccia e disinfettare la parte con prodotti adeguati. L'attività professionale può essere ripresa dopo 4 giorni - 1 settimana. L'attività sessuale e quella sportiva dopo 20 giorni-1 mese. Il risultato estetico è ottimo. Le cicatrici finali sono minime e visibili solo da un occhio esperto. La sensibilità non viene modificata e i risultati, stabili e duraturi, gratificano molto le pazienti.

Torna ai contenuti | Torna al menu